Terreno migliore: i fattori di successo per il miglior terreno

Terreno migliore: i fattori di successo per il miglior terreno

1a parte della serie PÖTTINGER sul tema salute del terreno

Il terreno riveste un'importanza primaria per quanto riguarda la sicurezza alimentare ed il benessere nella società. È basilare per l'agricoltura e la silvicoltura e costituisce una delle risorse più importanti e solo in parte rinnovabili del mondo.

Il terreno è il fondamento della nostra vita, poiché fornisce le basi per prodotti alimentari di qualità elevata e per foraggi energetici. Un terreno sano è il presupposto per ottimizzare il raccolto.

L'ubicazione

Una parte del successo dell'azienda dipende dalla sua stessa ubicazione. La quantità di raccolto prodotto dipende dalla quantità di precipitazioni, dal clima e dalla qualità del terreno. Ogni ubicazione climatica ha caratteristiche particolari, che l'agricoltore può sfruttare al meglio con una gestione oculata. 


Fattori influenzanti
 

La gestione aziendale

Il vostro terreno e la potenziale produttività che ne consegue sono condizionati dalla qualità della vostra gestione, della vostra programmazione e della vostra capacità decisionale.

Lavorazione del terreno

Il vostro terreno è la sede delle piante e quindi un importante fattore di successo per la coltivazione del suolo. Risulta perciò fondamentale una lavorazione del terreno adeguata al sito. L'agricoltore influenza attivamente la struttura del suolo con differenti forme di lavorazione del terreno. L'interramento ottimale dei residui colturali, il rimescolamento uniforme del terreno ed un buon dissodamento sono gli obiettivi della lavorazione del terreno.

Semina

La semina è condizionata da vari fattori. Il tempo ideale per la semina dipende sia dal tipo di pianta che dal soleggiamento e dalla temperatura. Questi fattori tra l'altro condizionano la scelta del tipo di pianta, del tipo di coltivazione del suolo e della rotazione delle colture. Solo un deposito della semente preciso ed  uniforme in combinazione con una copertura uniforme del seme può garantire una germinazione omogenea.

 

La capacità produttiva dei cereali ha praticamente raggiunto il suo limite a causa dei progressi nella selezione agricola. Il potenziale risiede nella lavorazione del terreno e nella tecnica di semina.

 

Prof. Dr. Yves Reckleben, docente di Tecnologie Agrarie
 

Gestione della crescita

Per supportare in modo ideale le piante, bisogna prendere in considerazione sia interventi fitosanitari che fertilizzazione. 

La sempre maggiore frequenza di fenomeni meteorologici estremi ed in particolare di accentuate fasi di siccità richiede una ridotta lavorazione del terreno con risparmio d'acqua. Rappresentano sfide impegnative anche per la tecnica di semina a causa della macerazione più lenta della paglia.

 

Prof. Dr. Thomas Ebertseder, docente in Orticoltura